Se una famosa canzone intonava: c’era una casetta piccolina in Canadà, con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà, oggi molte case, anche fuori dal quel Paese, si sono notevolmente ridotte nelle dimensioni. Tuttavia, a questo restringimento, fa da contraltare l’accrescimento delle nostre esigenze (basti pensare a tutti quegli elettrodomestici che ormai sono divenuti indispensabili nelle nostre vite, e che fino ad una cinquantina di anni fa, o anche meno, erano una rarità). Il moderno designer d’interni gioca una delle sue sfide principali proprio in questi spazi, talora angusti, che però devnoo essere resi funzionali ed esteticamente piacevoli.

Fortunatamente, le proposte si moltiplicano.

Partiamo dalla cucina, il cuore della casa: “Lazy Susan Kitchen” è una soluzione tonda e i suoi componenti ruotando di 360°, consentendo in un minimo spazio di avere funzionalità, modernità ed efficienza con tutti gli elettrodomestici inclusi. “Alpes” propone invece dei piani cottura ribaltabili, che possono essere installati su top già esistenti, senza bisogno del foro per l’incasso, e sono disponibili da due fuochi a cinque (anche nella versione elettrica o in vetroceramica): la posizione verticale, resa possibile grazie ad un sistema di bloccaggio, consente di disporre liberamente dello spazio sottostante una volta finito di cucinare. Massimo della compattezza e minimo dello spazio di ingombro è garantito da “Trio 9501 X” di Candy che comprende un piano cottura con 4 bruciatori a gas, un forno elettrico da 39 litri e una lavastoviglie per 6 coperti.

Mobili

Dopo esserci assicurati un pasto con queste cucine salva spazio, saranno necessari per consumarlo tavolo e sedie. Partiamo con una proposta straordinaria e sorprendente, che sembra un vero trucco da prestigiatore: “Picture Table” di Verena Lang, che fissato su una parete basta venga abbassato per trasformare l’aspetto e la funzione di una stanza, passando da quadro a tavolo in meno di 20 secondi (e in più l’immagine può essere scelta e cambiata a nostro piacimento).

Mobile

Aperto è un tavolo con due sedie coordinate in un vivace colore arancio, chiuso invece è una libreria (ma anche un mobile mensola e una consolle): stavolta parliamo di “Trick” di Campeggi.

Folditure ha rivoluzionato invece il mondo delle sedie, grazie alla creazione della cerniera piramide (un meccanismo completamente nuovo che consente ai componenti planari di muoversi in sincronia da una posizione completamente pianeggiante ad una strutturalmente rigida, creando quindi un telaio tridimensionale): il tutto definisce eleganti forme aerodinamiche di facile stoccaggio.

Mobilio

Passiamo adesso alla zona living, nella quale non possono ovviamente mancare librerie/pareti attrezzate e divani. Partiamo allora da questi ultimi con la proposta di Boxetti: assemblato può esser usato come superficie piana, quindi come tavolo, grazie anche alla predisposizione di pannelli laterali piegabili che estendono la superficie, scomposto si trasforma in un vero e proprio divano a tre posti i cui blocchi estratti diventano comodi tavolini che si aggiungono ad un piccolo spazio di lavoro che funge da scrivania pieghevole.

Divano2
Divano
Divano3

Parlando di pareti attrezzate come non citare “Camille” di Vurv design, che diventa armadio o scrivania e quando è chiuso ha l’aspetto di una scultura.

E poi ci sono soluzioni ancora più “estreme”, che sintetizzano vari ambienti domestici. Tra questi “Kenchikukagu”, una serie di mobili pieghevoli che contengono in poco spazio una camera da letto, una cucina o un ufficio.

Office

“Matroshka”, che arriva dalla Svezia, è chiaramente ispirata alle famose bambole russe: dodici posti a sedere, una piccola libreria, un tavolino che diventa anche tavolo per mangiare, un piano da lavoro, un divano che si trasforma in letto singolo e doppio, oltre a una serie di vani e contenitori; il tutto compreso in un angolo, con tanto di superficie rialzata e due scalini per rendere ancora più originale l’arredo finale.

Cam ragazzi
Cam Ragazzi2

Scrivania, tavolo, libreria, letto, scala: è chiaramente multiuso anche “Luoto” di Sami Rintala realizzato per Danese.

E ancora c’è tutta l’ampia gamma di chaise longue, pouf e letti contenitori, scalinate di legno i cui gradini fungono da cassetti, e porta-libreria, come quella nell’immagine qui sotto.

Salone

E passiamo adesso alle altrettanto originali e funzionali proposte per il bagno.

La Smeg propone la lavabiancheria linea anni’50 “LBL14”, disponibile nelle tonalità rosa confetto, azzurro pastello e bianco, che reinventa lo spazio domestico accorpando due elementi indispensabili quali lavatrice e lavello. Quest’ultimo, completato da un miscelatore in abbinato, ha una capacità di 7 litri che gli consente di fungere da vasca aggiuntiva per i lavaggi a mano; è dotato inoltre di una controporta che nasconde l’oblo e al contempo ospita due ripiani interni per disporre spugne, detersivi e quant’altro occorra per la pulizia e il lavaggio. Oltre che per la funzionalità, questo elettrodomestico si caratterizza anche per l’aspetto ecologico, infatti appartiene alla classe energetica A+, offre la possibilità di lavare fino a 7 chili, ed è dotato di display digitale che consente di visualizzare e monitorare costantemente le fasi e di scegliere tra diverse tipologie e opzioni di lavaggio (tra le altre, l’innovativo Quotidiano che completa il ciclo in appena 45 minuti, e il Notturno che permette un notevole risparmio sui consumi, sfruttando i vantaggi delle ridotte tariffe energetiche previste durante la notte, garantendo un particolare comfort acustico).

Bagno

“Active Wash” (disegnato da Marc Sadler) è invece un moderno lavatoio che muove i capi nell’acqua a un ciclo continuo a vortice, alimentato da quattro speciali bocchette, alla temperatura costante di 38° e con movimenti dolci che rispettano i diversi tessuti. Disponibile nella versione solo lavabo o anche con mobiletto laterale e con mobile per l’incasso della lavatrice, in quattro varianti di colore: bianco, grigio, blu e rosso.

Bagno2

Se poi il vostro bagno è piccolo piccolo si potrebbe pensare di incorporare doccia e lavatrice, come fatto da “Vismaravetro” (senza ovviamente rinunciare alla sicurezza!)

Bagno3

Perché lo si sa, in certe situazioni, è proprio necessario aguzzare l’ingegno!

Per qualsiasi informazione su mobili salva spazio contattaci!